Arte e cultura in Valle d’Aosta | Il portale delle Eccellenze Made in Italy nell’Artigianato, la Buona Tavola, la Moda e il Turismo Italiano | Meglio in Italia

Arte e cultura in Valle d’Aosta

Castello di Fénis

Il Castello di Fénis si distingue dai suoi simili per la sua posizione su un dolce pendio privo di difese naturali, a differenza di altri castelli costruiti per scopi principalmente bellici e difensivi.
Questo castello, residenza dei prestigiosi membri della famiglia Challant, unisce caratteristiche di fortificazione e dimora signorile.
Gli eredi di Challant arricchirono il castello con un apparato difensivo imponente e decorazioni pittoriche eleganti, che simboleggiavano potenza e prestigio.

L’architettura del Castello di Fénis riflette diverse fasi di costruzione. Nel XIV secolo, Aimone di Challant aggiunse torri e mura merlate al torrione preesistente, che aveva già ospitato il visconte Gotofredo II un secolo prima.
La proprietà rimase in mano ai signori di Challant del ramo di Fénis fino al 1716, quando passò al conte Baldassarre Castellar di Saluzzo Paesana.
La storia travagliata di questa famiglia portò gradualmente al degrado del castello, che fu trasformato in una dimora rurale, con le sale del pianterreno diventate stalle e il primo piano adibito a fienile.


Arco di Augusto

L’Arco di Augusto ad Aosta è un antico arco trionfale situato nella città di Aosta, in Italia. Esso fu eretto per commemorare le vittorie dell’imperatore Augusto sulla popolazione dei Salassi nel 25 a.C. e per celebrare la fondazione della colonia romana di Augusta Praetoria Salassorum, che sarebbe poi diventata Aosta.

L’arco presenta un’imponente struttura in stile tardo repubblicano, tipica del periodo in cui fu costruito. Ha un solo fornice a tutto sesto, largo 8,29 metri, in modo da consentire il passaggio delle carrozze lungo la strada principale che portava alla Porta Praetoria, l’ingresso principale alla città romana.

I pilastri che fiancheggiano l’arco sono decorati con semicolonne corinzie, che sormontano basi attiche. Le facciate e i lati dell’arco erano originariamente decorati con rilievi, e ci sono quattro nicchie sulla facciata dell’arco che molto probabilmente ospitavano rappresentazioni di trofei o immagini commemoranti le vittorie di Augusto. Questi rilievi oggi non sono più presenti, ma l’arco stesso rimane un importante simbolo della presenza e del potere di Roma nell’antica Aosta.

L’Arco di Augusto è un importante sito archeologico e storico che testimonia l’eredità romana nella regione e attira numerosi visitatori interessati alla storia dell’antica Roma.


Castello di Introd

Il Castello di Introd, situato su un promontorio tra le gole dei torrenti Savara e Dora di Rhêmes, ha radici nel XII secolo e inizialmente consisteva in un mastio quadrato circondato da mura, simile al castello di Graines. Nel 1260, Pierre Sarriod di Introd lo trasformò in una forma poligonale quasi arrotondata, distintiva tra i castelli valdostani. Queste modifiche segnarono l’apogeo della famiglia Sarriod, che governava le signorie di Introd e La Tour (Saint-Pierre).

Il castello ha subito due devastanti incendi nell’800 ma è stato restaurato all’inizio del ’900 dall’architetto Chevalley, grazie all’opera del cavalier Gonella. Attualmente, di proprietà dei Conti Caracciolo di Brienza e concesso in comodato al Comune di Introd, è gestito dalla Fondation Grand Paradis, rendendolo accessibile al pubblico, con il piano terra e il parco aperti per visite.


Santuario di Perloz

Il santuario di Notre-Dame de la Garde sorge in una pittoresca posizione nel comune di Perloz, all’ingresso della valle del Lys.
La sua costruzione iniziale risale al XII secolo, attribuita alla scoperta fortuita di una statuetta della Madonna, forse nascosta durante le invasioni barbariche.
Tra il 1715 e il 1718, fu ampliato e la facciata presenta un portico elegante sorretto da quattro colonne. L’interno, affrescato nel XIX secolo dai fratelli Avondo, è caratterizzato da volte a vela e ornato di quadretti votivi, testimonianze della fede popolare e della gratitudine per grazie ricevute. Il santuario offre una vista panoramica mozzafiato.


La Valle d’Aosta è una regione montuosa situata nel nord-ovest dell’Italia, ricca di storia e cultura. Nonostante le sue dimensioni relativamente piccole, offre una serie di monumenti storici notevoli. Ecco alcuni dei monumenti storici più significativi in Valle d’Aosta:

  • Aosta: La città di Aosta, la capitale della regione, è famosa per il suo patrimonio romano. Tra i principali monumenti romani ci sono l’Arco di Augusto, le Mura Romane e il Teatro Romano, uno dei meglio conservati in Italia.
  • Cattedrale di Aosta: Questa cattedrale romanica è dedicata a Santa Maria Assunta ed è nota per la sua facciata e il suo campanile romanico.
  • Castello di Fénis: Questo castello medievale ben conservato è uno dei più famosi della Valle d’Aosta ed è noto per le sue torri, cortili interni e affreschi.
  • Castello di Bard: Questo castello è situato su una roccia e ospita il Museo delle Alpi, un museo dedicato alla storia naturale e culturale delle Alpi.
  • Castello di Issogne: Questo castello è noto per i suoi affreschi rinascimentali e per il suo giardino storico.
  • Abbazia di Sant’Orso, Aosta: Questa antica abbazia, fondata nel IX secolo, è famosa per la sua architettura romanica e i suoi chiostri.
  • Ponte Romano, Pont-Saint-Martin: Questo antico ponte romano attraversa il fiume Lys ed è un esempio di architettura romana ben conservata.
  • Chiesa di San Lorenzo, Aosta: Questa chiesa romanica è famosa per il suo chiostro, le sue sculture e i suoi affreschi medievali.
  • Saint-Vincent: Questa località termale è famosa per il suo casinò e per l’architettura di belle ville storiche.
  • Cogne: Questo affascinante villaggio di montagna è circondato da spettacolari panorami naturali e offre la possibilità di esplorare la Valle di Cogne.
  • Chiesa di San Michele, Aosta: Questa chiesa romanica risale all’XI secolo ed è famosa per le sue decorazioni interne.
  • Castello di Montjovet: Questo castello medievale è situato su una collina con vista panoramica sulla valle.

Nonostante le dimensioni ridotte della Valle d’Aosta, offre una straordinaria concentrazione di monumenti storici e culturali che riflettono la sua ricca storia e la sua posizione unica tra le Alpi.