Acqua di BiellaJanca

Prende il nome da un meraviglioso torrente biellese. La sua musa ispiratrice oltre ad amare questo torrente, era un’appassionata cultrice di una tradizione dalle origini lontane: l’amore per i fiori più rari che, fin dall’Ott

Prende il nome da un meraviglioso torrente biellese. La sua musa ispiratrice oltre ad amare questo torrente, era un’appassionata cultrice di una tradizione dalle origini lontane: l’amore per i fiori più rari che, fin dall’Ottocento, venivano importati nel biellese per decorare il territorio e nutrire la fantasia dei creatori di tessuti.  Una tradizione ancora intensamente rispettata come testimoniano gli splendidi parchi e giardini del biellese, come la Burcina e la Panoramica Zegna.  Janca regala la sensazione di calarsi in acque cristalline e spumeggianti e di annusare le dolci note fruttate e floreali che emanano da un ideale giardino fluviale, in una raffinata sequenza di "assoli" che si fondono in un’armonica e intensa sinfonia di emozioni.  


Stampa